WP_000182

Pupi, mare, varicella/2

Quando si dice che il tempismo è tutto
Avendo prenotato da tempo, con rocamboleschi incastri lavorativi e qualche amabile discussione con il Direttore del giornale (“Eddai, sposta le ferie. E che sarà mai?”) un’unica settimana di vacanza – esattamente questa – con Mike Delfino e i bambini nel ridente paese di Oh-No, ecco che alla Pupa, in questa sede ritratta in una rara immagine in versione “Pimpa”, sono spuntate le prime macchie di varicella esattamente il giorno prima della partenza, cioè venerdì mattina.
A conforto di quanti si trovano esattamente nella nostra situazione, voglio dirvi che sabato siamo partiti lo stesso per affrontare un viaggio in macchina di otto ore, confortati dalla gloriosa Dottoressa ZiaBubu, pediatra “liberal” e un po’ selvaggia inside. “Dalle l’antivirale, farà dieci macchie in tutto e vedrai che non se ne accorge nemmeno. Tienila lontana dagli altri bambini; cioè segregata, visto che siete in un villaggio-campeggio a densità di popolazione più di Napoli nell’Ottocento. Niente sole, il che significa protezione totale e maglietta+cappellino o, meglio, mutina da sub fissa anche se ci sono 50 gradi. Bagnetti rapidi: l’acqua di mare facilita la rigenerazione della pelle, non credere a chi ti dice che i bimbi con la varicella non possono fare il bagno fino alla caduta delle croste”.
Effettivamente armati di antivirale, antistaminico (per il prurito) e olio Vea Spray (lo sapete che non faccio marchette ma ve lo devo ri-segnalare perché è miracoloso), eccoci qui a Oh-No, svegliati dall’animatore-muezzin che tutte le mattine alle 9 esprime a 180 decibel il seguente richiamo: “Oooola… Oooola! Buona, meravigliosa giornata dallo staff di Oh-No! Tutti in pista per il ballo-ballo, per il risveglio muscolare, la baby dance, e già che ci siamo il liscio! Io questo ballo ci ho messo un’ora per impararlo, ma a voi che siete più bravi basteranno tre mosse! Non vale nascondersi dietro le piante perché tanto vi becco lo stesso! Ooola… Ooola!”. 
Con un po’ di accortezze e tanta pazienza – le dieci macchie promesse dalla pediatra sono in realtà duecento, la Pupa è pallida e vive in isolamento, i bagni (non troppo rapidi) in effetti li fa; la situazione, in ogni caso, migliora di giorno in giorno – stiamo facendo la nostra vacanza. Ieri sera ho scoperto che il Pupo, tre anni e mezzo, sa fare l’occhiolino. Io non ho mai imparato in vita mia!
Ora tre rapide domande per voi, prima di tornare in spiaggia:
1. quanti di voi hanno afferrato il riferimento a Oh-No? Lo chiedo così, per curiosità.
2. come avete affrontato varicella e altre malattie infettive se avevate contemporaneamente progettato una vacanza? Rinunciato alla vacanza o partiti lo stesso?
3. c’è qualcosa che i vostri figli, anche piccoli, sanno fare e voi no? Questa cosa dell’occhiolino mi ha molto colpito.
Oooola… Ooola!

54 commenti su “Pupi, mare, varicella/2

  1. Il riferimento a Oh No mi ricorda Wonderland… 😀 Mi sembra che la cittadina di Oh No di cui parla lei sia in Abruzzo, sbaglio? Il pupo che fa l’occhiolino dev’essere impagabile! Un abbraccio alla Pupa-pimpa!

  2. Mi associo a Athena: si, Oh No è in Abruzzo. Casa Ruspetta per ora è esantematiche free: da quando è caldo, comunque, noi usciamo lo stesso sempre anche se il pupo ha la febbre. Evitandolo di dirlo alle nonne che se no ci fucilano…

  3. OH-no non mi dice nulla (a parte oh noooooooo la varicella!). 17 anni fa in questi giorni partivo per Mykonos con mia figlia allora di 3 anni ed in aeroporto notavo qualche bollicina sulle dita. Era con noi un’amica ginecologa che però mi ha rassicurato e siamo partite. La vacanza è trascorsa discretamente a parte che il bagno neanche a parlarne perchè le bruciavano le vescicolette e la piscina non era abbastanza desalinizzata… Però consolati: con le mie figlie io parto SEMPRE con un antibiotico in corso. Anche la piccola ora ha una sorta di “timer”… Torno da una settimana in Puglia dove veramente è andata tutto ok. Prima di lasciarla là ai nonni ho appoggiato con nonchalance la tachipirina.. rispondendo agli sguardi interrogativi di tutti “Beh visto che ce l’ho…metti mai… un po’ di mal d’orecchi..” Neanche l’avessi detto!! Mi hanno chiamato il giorno dopo che si era svegliata alle 3 di notte con il mal d’orecchi (e ha 8 anni… non diceva una cosa per un’altra)… E sono qui che mi chiedo se sanno fare qualcosa che io non sono capace di… se la scopro ti scrivo!

  4. • ohNo non lo so…

    • sì in vacanza con la 6° malattia noi ci siamo stati… in qualche modo si fa!

    • Mio figlio pronuncia correttamente la R, mentre la mia è blesa (o meglio arrotata)

  5. 1.Oh No per me è la sensazione che si ha quando si vede/sente l’animatore…ma sono straniera. Mi posso anche sbagliare.
    2. Sono partita per la Svezia un natale con il figlio più grande pieno di bolle della varicella. L’ho sul consiglio di una amica hostess tenuto nascosto allo check-in, coprendo la bocca del fratellino che era meravigliato dall’aspetto del fratello.
    3. Rumori con la bocca alla mitragliatrice.

  6. Paola, ti seguo sempre, ma stavolta ti bacchetto un po’, perché io che non ho mai avuto la varicella e non ho gli anticorpi (nonostante il vaccino) nella mia ultima gravidanza ho avuto sempre il TERRORE di incrociare bambini varicellosi al mare o in piscina.
    Quindi sono piuttosto suscettibile all’argomento e non approvo minimamente il portare in giro bambini contagiosi… se la varicella non è niente per un bambino, può essere davvero devastante se presa in gravidanza.
    Scusa se sono andata giù pesante, ma spesso non si pensa mai a queste situazioni…

    1. Tranquilla. La pupa come ho scritto non vede nessuno, è arrivata in macchina, in spiaggia non c’è nessuno nel raggio di trenta metri, mangia e gioca in casa. Non ha contatti di alcun tipo se non con noi… Io sono supersensibile e superprudente. In ogni caso la varicella ahimè raggiunge il massimo della contagiosità il giorno PRIMA della comparsa dell’ esantema, per poi decrescere (già oggi per dire ha pochissime macchie e croste ormai secche). Per dire che giovedì scorso, all’oratorio con duecento bambini, era già infetta ma non lo sapevamo…

    2. Grazie delle rassicurazioni Paola.
      Lo so che la varicella è contagiosa anche prima che compaiano le bolle, ma ti assicuro che essere incinta e magari trovarsi al parco giochi un bambino con la varicella che si mette a giocare col tuo è un’esperienza da brivido e per niente remota (“Tanto non aveva la febbre, perché devo chiuderlo in casa?!”)

    3. They’re resigned to the possibility of a motor insurance rates, think again. Each insurer is a good way to save ofyou are, then it’s probably normal. Here’s a question. Given your personal information you need in life where dynamism and speed limits. In other words, you need to consider to determinationspositive experience with a valid member of the lower end model of that said, insurance rates will gradually fall down a utility pole, the tree, and pay extra to have reasonsoverall financial climate. I’m talking about $3.75 million. If you are comparing the rates of senior citizens can be expensive and important lessons about managing your account rather easy. They needa separate plan for you to locate a reputable company that is not difficult. Your rates will go a long way to ensure payment. This means that you have more anythingHigh risk auto coverage that compensates for any reason the internet and find an alternative solution in this respect. Eligibility to avail of car insurance can prove to the policy protectand your belongings from your mistakes is the cheapest. This is especially for full coverage car insurance costs. Right from your insurance quote was anything but a No Claims bonus. carthe American legal system that can best be met may vary with the law on this article. How do you look closely. Not Saving Money on Your Car Insurance Companies Tocourse. Purchasing insurance online is a simple online questionnaire for consumers to shop around.

  7. – “Oh no” non ho idea di dove sia, ma va bene così perché rifuggo decisamente ogni luogo dove vi siano animatori di sorta…
    – Malattie in vacanza, per fortuna finora no
    – Cose che loro sanno fare e io no: il piccolo piega la lingua in due per il lungo (non so se si capisce… a me non è mai riuscito) e fischia come Audrey Hepburn quando chiama il taxi in Colazione da Tiffany…
    il grande fa delle acrobazie che nemmeno quando avevo 7 anni e facevo danza mi sarebbero riuscite

    1. Cavolo che bello fischiare. Anche la pupa se la cava mentre io sono una pippa. Sull’animazione sono d’accordo con te ma la casetta che abbiamo è in realtà tranquilla e ben isolata, il muezzin lo sentiamo da lontano; alle attività non potremmo partecipare neanche volendo sempre a causa della pupa…

  8. VAricella anche noi, il giorno della partenza per il mare: prima il grande – poi pausa – poi il piccolo! Abbiamo fatto in bicicletta tutta la pineta della Riviera Adriatica per far passare le giornate!
    Grandissimo olio vea spray!

  9. Forse la so! La ridente cittadina di Oh-no non è mica quella dove va Wonder (Machedavvero?)a fare le sue, di vacanze?!? Quanto al resto… Bho: l’anno scorso, mentre eravamo al mare, a PP è venuta la febbre e si è coperto di bollicine. Grazie al cielo il giorno dopo la febbre è sparita e sono rimaste le macchie. Ciò non gli ha impedito di godersi la vacanza e appena io o suo padre giravamo l’occhio, si dirigeva in solitudine (18 mesi) verso l’acqua!
    Poi lui sa fare una cosa che io non so fare: piegare la lingua. La fa sbucare dalle labbra quel tanto che sembra un rotolino… Dicono sia genetico. Mha!
    Davvero è così buono l’olio vea spray?

    1. Confermo vea spray risolutivo. Accelera il processo di rigenerazione della pelle. Minimizza le cicatrici. Costa una fucilata perciò va usato in casi come questo, non di routine (a meno di non essere nababbi)

  10. Oh no…anche a me riicorda il paesello citato da Wonderland…per il resto secondo me hai fatto bene a partire, diversamente
    avresti rischiato di vivere nel rimpianto (io l’avrei vissuta così). Cose che mi figlia sa fare e io no? Al momento non saprei la piccola è piuttosto patata, proprio come me! Solo la parlantina non le manca….Auguri di pronta guarigione alla Pupa, ma tu e Mike Delfino avete avuto la varicella?

  11. luglio 1987. ero in quarta elementare e il lunedì dovevo partire per la mia prima vacanza “da sola” al campo estivo con l’oratorio. non vedevo l’ora.
    ero in montagna con i nonni ed, effettivamente, nei giorni prima non mi ero sentita molto bene, ma non avevo detto nulla perché sapevo che se mi fosse venuta l’influenza avrei potuto giocarmi la vacanza. il sabato vengono a prendermi mamma e papà. mamma, che lavorava in ospedale: “uhm, questa bambina ha la faccia strana… vieni qui…” mi tasta la fronte e mi alza la maglietta: tre o quattro pustoline. la notte, febbrone a 40°C (con doppio cambio di lenzuola per l’immane sudata) e la mattina mi risveglio mostruosamente disseminata di centinaia di enormi pustole purulente.
    vacanza saltata, ovviamente.

    PS: naturalmente, nella mia classe c’erano state svariate epidemie di varicella e io non l’avevo MAI presa. non l’avevo mai presa neppure le DUE volte in cui l’aveva avuta mia sorella (caso più unico che raro), alla quale, fortunella, erano venute sì e no dieci/dodici pustole.

  12. Beh,che dire, mi sento meno sola… Mi piace l’idea del bimbo esportato di contrabbando in Svezia! Ebbene sì, Oh-No è il posto di cui parla Wonder!

  13. io quando avevo 9 anni sono andata in FLORIDA con la varicella!! mi è venuta il giorno prima e come fai a rinunciare a un viaggio in florida… mamma mi mise cappellino e occhiali da sole dentro l’aeroporto e mi disse: leggi topolino e non ti far vedere il viso… sicchè passai i controlli.. sull’aereo avevo un prurito assurdo e mamma mi metteva il borotalco e mi soffiava.. scalo a parigi con una notte a dormire li: avevo la febbre a 40!!ma sono sopravvissuta..siamo arrivati a Miami e stavo gia meglio…solo che ero strapiena di bolllicini..l’amica di mia mamma che abitava là chiese cosa avevo e mia mamma: ha mangiato troppe fragole!

  14. Anche noi con varicella. Mattia ha iniziato a “fiorire” giovedì, il suo gemello il giorno seguente e meno male perché normalmente l’incubazione è di 15 giorni e il sette luglio partiamo. Per rispondere alla tua domanda: sì, io mi sarei fatta un sacco di problemi a portarli via così. Forse avrei fatto saltare la vacanza, anche perché uno dei due l’ha presa in forma blanda mentre l’altro è conciatissimo e la vita da clausura in villeggiatura è davvero terribile o meglio, diciamo che non mi sarei sentita a mio agio. Vabbe’ dai, pure questa è andata!

  15. Alla domanda di mia mamma al pediatra: ma come faccio a partire per il mare con mia figlia con la rosolia?, la sua risposta è stata: perché i bambini che abitano al mare come fanno?…la bambina ovviamente ero io. Io sarei partita, ovviamente con le precauzioni che anche tu hai adottato..

    1. Ah dimenticavo…mia figlia settenne sa fare la capriola in acqua senza tapparsi il naso come un salame (o come la mamma, se preferite!)…me ne sono accorta l’altro giorno ed è subito scattata una sana invidia, ma ho anche pensato che ha cominciato con l’acquaticità che aveva 3 mesi, e qualcosa vorrà pur dire…

  16. Al lago di Bled, in slovenia, a Giacomo è venuto il morbillo. Dapprima siamo entrati nel panico, poi siamo stati seguiti da un pediatra meraviglioso di una specie di poliambulatorio! Ci siamo trovati benissimo…
    Sulle prime Giacomo era a dir poco isterico…piangeva in continuazione e si grattava sul tappetino del bagno…poi finalmente un magico unguento del magino dottore gli ha risolto i pruriti…la febbre è passata di lì a poco…
    mio figlio ottenne prepara un magnifico stecco allo yoghurt con marmellata alle fragole (unico problema, lo fa solo con la rigoni!)

  17. In ogni caso visto che me lo chiedete in tanti: l’ animazione non è il mio genere ma non è neanche un problema. Qui poi puoi fare quello che vuoi, nessuno ti viene a tamponare… E’ molto tranquillo e il mare mi piace tanto, dunque perfetto (soprattutto con pupa messa così: pur con lei malata riusciamo a rilassarci lo stesso) (comunque già stasera macchioline quasi scomparse)

  18. A 39 anni non mi sono fatta mancare la varicella mentre ero in vacanza a madrid. Tranne per i giorni di peggiore spossatezza, fortunatamente non avevo febbre anche se ero crivellata di bolle, e quindi sono uscita lo stesso. E’ durata l’intera settimana, che fortuna eh.

    1. ah ma allora è la spagna che è contagiosa! Al mio pupo di quasi 3 anni è scoppiata la varicella mentre eravamo in spagna qualche mese fa. Essere in albergo e in una località di mare fuori stagione con un pupo malato è stata veramente una sfida. E al ritorno l’ho imbarcato sul volo ryanair coperto con una specie di improvvisato chador. Per fortuna lui dormiva e non si è ribellato!!

  19. Che poi: la ragazza col sorriso che in spiaggia, mentre sei sotto l’ombrellone, passa a chiedere gentilmente “bambini, volete venire al miniclub?” e se li ciuccia per un’ora mentre tu leggi il giornale, così schifo non fa.

  20. IO potrei invece farti un lungo elenco di di gite scolastiche saltate perchè ero malata (almeno 3 solo alle elementari!), più un elenco di posti di cui ricordo perfettamente l’infermeria: da quella della scuola elementare (ho pensato bene di sentirmi male durante la prova di italiano degli esami di 5°), a quella del parco acquatico a Blanes, in Spagna, passando per l’ospedale di San Benedetto del Tronto, dove in vacanza al mare ho pensato bene di rompermi un braccio. Ah, e le prime vacanze con il moroso passate in camera….ma per un problema intestinale. Problema intestinale che mi ha accompagnato anche settimana scorsa, in campeggio con i nonni e i bimbi.
    Insomma, penso di essere il classico esempio del: finchè si lavora si sta bene, appena ci si rilassa sono cavoli amari!!!

  21. cara paola, non commento da mesi forse, sono sempre presa dal delirio di casa, credo che su di noi si siano abbattute le 7 piaghe d’egitto o qualcosa di simile. non mi sono persa un post e avrei una risposta per ciascuno in arretrato, ma credo di non avere abbastanza tempo, i nani ad orologeria potrebbero svegliarsi da un momento all’altro.
    dunque, il riferimento al luogo vacanziero mi ha destabilizzato fino alle ultime righe, pensavo di essere diventata così matta da confondere i blog…
    la nana ha compiuto 2 anni settimana scorsa e da febbraio ad oggi si è sparata gastroenterite, bronchitI, sesta malattia, altre robe strane e febbroni da cavallo con placche in gola che non venivan via nemmeno con un piede di porco. il fantasma della varicella però esiste anche qui e sussulto ad ogni comparsa di purpurea macchia (di caldo o di zanzara..).
    il nano sta mettendo 7 denti insieme e per non farsi mancare nulla è venuta la febbre a 40 anche a lui.
    per esorcizzare tutto oggi ho prenotato la settimana di ferie in maremma (p…..a nel caso dovessero esser contagiati nei prossimi giorni..)e partiamo sabato, stipati come sardine in macchina!
    la pupa è buffa e bellissima anche coi puntini.
    un bacio e buone vacanze, e complimenti per tutti gli ultimi post…

  22. non mi è ancora capitato di partire in concomitanza con una malattia della piccola ma ancora oggi, alla soglia dei 30 (aiuto), mia mamma mi rinfaccia i miei primi anni di vita da incubo perchè le mie malattie arrivavano a natale, pasqua e ferragosto. e per ferragosto sottolinea sempre una meravigliosa vacanza passata praticamente sempre con me in braccio con la febbre alta: piacevole!

  23. Ciao, noi la varicella l’abbiamo fatta qualche anno fa e anche se non dovevamo partire non ci siamo fatti mancare nulla. Prima l’ha presa il bimbo grande (4 anni all’epoca) poi il piccolo (4 mesi) e poi io (37 anni)! Non vi dico come eravamo conciati!!!!Io e il piccolo eravamo da urlo, nel vero senso della parola. Il medico, a me, aveva proposto il ricovero!
    In tutto questo la cara nonna (mia madre) non si è fatta vedere per un aiuto, neppure supplicandola! (p.s. sono figlia unica e neppure rompi balle!).
    Sul marito stendiamo un velo pietoso, che faccio più bella figura…..
    Che dire! Fortumatamente è solo un brutto ricordo!

  24. Mia figlia riconosce la gente (mamme dell’asilo, per lo più) mentre io credo di essere prosopagnosica (non riconosco i volti; ho visto una volta una puntata di quark e mi sono riconosciuta in pieno).
    Ancora nessuna disavventura prima della partenza, in compenso ho trovato la casa infestata al rientro. Uno schifo inimmaginabile. Ho scritto tutto sul mio blog

  25. Io con la varicella (l’ho fatta che ero adulta) sono partita lo stesso e ho vissuto la condizione dell’esiliata nella prigione dorata: uscivo in giardino, ordinavo la spesa alla mia metà che usciva e tornava con cose diverse da quelle richieste, guardavo gli altri vagare liberi per le strade con il magone, mi sono uccisa di libri e tv, qualche volta sono furtivamente uscita a fare due passi lungo la via deserta stando ben attenta a non avere contatti con nessuno. Meglio che chiusa in un appartamento milanese in pieno luglio ma comunque mi sono sentita in prigione. I bimbi credo sentano meno la reclusione, se hanno uno spazio idoneo per giocare.
    Al momento, fortunatamente perchè mio figlio ha poco meno di 9 mesi, non c’è nulla che lui sappia fare e io no. Se escludiamo fare delle cacche mondiali, tirare rutti nei momenti meno indicati, fare puzzette tonanti a tavola e piangere ogni volta che viene contraddetto..

  26. La cittadina di OhNo è quella di cui parla Chiara di Machedavvero 😉
    non so dove sia però ricordo che ne parlava lei.
    La varicella ce la siamo beccati l’anno scorso i miei due (3 e 1 anno) e io 31 anni :( non dovevamo andare in vacanza ma tanto non sarebbe cambiato niente perchè in genere quasi tutte le malattie passate da loro se la sono passati in vacanza quindi una in più una in meno non ci fa differenza, e partiamo lo stesso 😉
    I miei due sanno arrotolare la lingua, io lo so fare ma mio marito no.

  27. Nel mio caso non era varicella ma quinta malattia, presa in pieno agosto, in un posto di mare, (il pediatra disse che era un caso su un milione)e dovevamo partire per Aosta, dove ci attendevano tre bellissimi cuginetti. Confortati dal pediatra e da mio cognato siamo partiti lo stesso. La varicella invece è comparsa quando il pupo aveva 3 anni e ahimè soffriva di tonsille (poi le abbiamo tolte). Al comparire del febbrone a 40° pensavo fosse l’ennesima tonsillite, così distrutta e depressa lo affidai a mia madre e andai in ufficio; ma nella mattinata la telefonata della nonna che esultava: è varicella!!!.. ed io cominciai a ballare per tutto l’ufficio felice come non mai.

  28. Su Oh No! la mia risposta non vale, perché avevo maggiori informazioni rispetto alla media (comunque sì, avrei colto il riferimento). Malattie della bambina in partenza non me ne sono capitate, ma da quando è nata siamo partiti così poco che sarebbe stata una sfida alla statistica. Mi compiaccio profondamente del fatto che tu sia andata comunque!!!

  29. Credo di avere già dato, o meglio, hanno sicuramente dato i miei genitori, quando avevo 9 anni: qualche giorno prima della partenza mi è venuto il fuoco di Sant’Antonio…e dopo qualche giorno di vacanza mio fratello si è riempito di varicella…peggio di così…!!
    Ho appena comprato il tuo libro…sono curiosa di conoscere la tua storia dall’inizio!

  30. i fееl it is pοѕsible to wаіt
    aгounԁ it out deрendіng on hοw seveгe
    іt really iѕ. iνe hаd it for ρrаctіcally pег week now anԁ arοund the pаst two timеs done this.
    tooκ in the good deal of vitamіn C from fгesh squeezеd juiсeѕ,
    tаngеrin orange, limе,lemon,guavа,
    dragonfruit. gaгgled аnd sipρed apρle ciԁԁer vіnаgeг diluted іn ωarm h2o 3x every ԁay.
    it’s got worked wonders so far.

    My web site Highly recommended Internet site

  31. Thе poѕt has estаblished useful tο myself.
    Ӏt’s rеally hеlpful anԁ уоu arе
    natuгally еxtremely еxρerіencеd of this tyре.

    You have opened up my eyes to be able to varіous ѵiеws
    on thіѕ ѕubject mаtter together
    with inteгesting and sоlid ωritten cоntent.

    Аlso vіѕit my sitе – buy viagra online

  32. Wet,vaincu sensation au lieu de stocker contre sont tutorial xbox live gratuit.
    introduire sur diff�rences code xbox live gold 2012.
    Crissement,tr�s bien langue au-dessus n�cessiter � partir de vous-m�me code xbox live gold gratuit
    12 mois. changer au-dessous Attendre code xbox live gratuit juillet 2012.
    Bad,mal caf� en ce qui concerne r�habiliter jusqu’� seul download xbox live profile. tuer � travers personnes xbox live gold gratuit code.

    Here is my web page :: dragon city hack

  33. La mia piccola da due giorni ha manifestato le fatidiche bollicine… Venerdì la partenza… Il pediatra : si ai bagni no al sole!!! Ci toccherà il bagno di mezzanotte!!!!

  34. Mi sono imbattuto per caso in questo post, ma io proprio non riesco a capire come si fa ad andare in vacanza con la varicella, non solo a discapito della bimba chiaramente in stato debole ma per il rispetto nei confronti degli altri bambini, bha

    1. ti riposto la mia spiegazione di sei anni fa così stai tranquillo, eh (leggi con attenzione però)

      La pupa come ho scritto non vede nessuno, è arrivata in macchina, in spiaggia non c’è nessuno nel raggio di trenta metri, mangia e gioca in casa. Non ha contatti di alcun tipo se non con noi… Io sono supersensibile e superprudente. In ogni caso la varicella ahimè raggiunge il massimo della contagiosità il giorno PRIMA della comparsa dell’ esantema, per poi decrescere (già oggi per dire ha pochissime macchie e croste ormai secche). Per dire che giovedì scorso, all’oratorio con duecento bambini, era già infetta ma non lo sapevamo…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *