Oh, come rilassa l’agopuntura

Non riesco a smettere di mangiarmi le unghie, ma per il resto
Poiché credo fermamente nel principio per cui nella vita bisogna provare tutto quasi tutto, sto facendo un ciclo di sessioni di agopuntura. A patto che gli aghi non vi facciano impressione, è un’esperienza estremamente interessante. E rilassante, pure. Così rilassante che ieri mattina, uscita dallo studio medico, sono salita in macchina, ho fatto cento metri e sono andata, pof!, ad appoggiarmi contro l’auto davanti a me. Una bella Mercedes blu assolutamente priva di graffi su cui la mia eroica e pluri-bozzuta Xsara Picasso ha messo il suo musetto.
A questo proposito Mi viene in mente una canzone divertente che i miei figli cantano sempre. L’originale dice: «Un due tre/ Quattro cinque sei/ Posso dare un bacettino sulla guancia di costei?». La conoscete? Loro, comunque, l’hanno trasformata in: «Un due tre/ Quattro cinque sei/ Posso dare un morsettino sul culetto di costei?». Sospetto che ci sia lo zampino di Mike Delfino ma lui nega (vi ho raccontato questo aneddoto perché la parola “musetto” mi ha fatto venire in mente “culetto”. Che volete che vi dica: sono schiava delle associazioni mentali).
Il pof!, peraltro Si è risolto fortunatamente in una bolla di sapone. Il tizio dell’auto davanti è sceso e aveva già impostato la modalità “minaccioso”. Io gli ho fatto un bellissimo sorriso da Biancaneve in acido e non ho detto una parola. Non ho aperto la portiera. Non ho tirato giù il finestrino. Non mi sono mossa! Ho solo alzato una mano in segno di scusa. Ho tenuto fisso il sorriso per 30 secondi, e alla fine il tizio ha ceduto, sorridendo anche lui. Per completezza di informazione devo aggiungere che la sua auto non si era fatta proprio nulla. La mia non l’ho neanche guardata. Del resto un mese fa uscendo dal garage ho fatto una curva a memoria perché mi ero girata a parlare col Pupo e in un secondo sono riuscita a rifare larga parte della fiancata sinistra.
Ho chiesto quattro preventivi diversi. Prima di farlo avevo saggiamente googlato su Internet “Carrozzerie economiche a Milano”. Ho stampato la lista dei risultati e ho cominciato un pellegrinaggio. Il primo da cui sono andata mi ha chiesto 2.100 euro. Il secondo «sui 2.500, ma per farle un preventivo preciso le chiedo 60 euro, che le restituirò se decide di fare il lavoro da noi». Ho buttato nel cestino la lista dei risultati. Allora sono andata ad minchiam dal carrozziere sotto casa. Mi ha chiesto 775 euro. E poi da un signore di cui mi avevano parlato. Quest’ultimo mi ha chiesto 700. Per lo stesso lavoro! Vi consiglio perciò di informarvi sempre molto bene quando vi capita di andare a sbattere come delle cretine per caso da qualche parte. Domanda: vi capita di andare a sbattere come delle cretine?
Pidocchi e versioni di latino A proposito di auto, l’altroieri una collega mi ha raccontato che la figlia ventenne, ubriaca, ha fatto un testacoda notturno nella centralissima Piazza Castello e ha sfasciato completamente la macchina nuova. «16.000 euro, aveva appena cominciato a pagarla. Per fortuna lei non ha un graffio, se non quelli che le ho fatto io tirandole uno schiaffo senza togliere l’anello dalla mano». Stamattina un’altra collega mi ha detto che sua figlia quattordicenne, prima liceo, in preda ad attacchi di panico non riesce ad affrontare le ultime (tostissime) verifiche di fine quadrimestre e teme la bocceranno. A quel punto è intervenuta un’altra e ha detto: «Mia figlia invece ha 18 anni e, da sempre, un ciclo irregolare. Per convincerla ad andare dal ginecologo ho dovuto sudare sette camicie, non mi ha parlato per tre giorni. È in questi momenti che penso: com’è faticoso essere madri». Poi mi ha chiamato un’amica: «Ho scoperto che mio figlio di 17 anni mi ruba sistematicamente i soldi dal portafoglio e va a giocarli all’ippodromo. Non sto parlando di quisquilie: la settimana scorsa mi sono spariti 200 euro». Ho messo giù, ho fatto un sospirone, ho cominciato a prepararmi una tisana. In quel momento mi ha chiamato l’asilo. Quando vedo sul display il numero della scuola del Pupo o della Pupa mi viene – come a tutte – un microinfarto. Ho risposto stridula, col cuore in gola. «Pronto? Mi dica!». «Signora, sono la maestra K. Volevo dirle che il Pupo ha di nuovo i pidocchi. Forse dovrà rassegnarsi e fargli tagliare un po’ di ricci». Chiusa la conversazione ho pensato: accidenti, siano benedetti i pidocchi. Dieci, cento, mille telefonate così vorrei ricevere. Per tutta la vita.

33 commenti su “Oh, come rilassa l’agopuntura

  1. Con la macchina nuova ancora non mi è capitato, ma evidentemente ha una calamita e attira colpi almeno una volta alla settimana da perfetti sconosciuti che la baciano e scappano mentre lei poverina se ne sta ferma e tranquilla in parcheggio…. finchè non ho beccato sul fatto l’ultimo dei baciatori e così sono riuscita a portare l’auto in carrozzeria….. per vedermela nuovamente “bozzata” dopo un testa coda con atterraggio contro un guardrail fatto da mio figlio (La Creatura)….. ho deciso che la tengo così!!!!!!!

  2. mia sorella che vive in Bosnia mi aveva anche illuso dicendomi: te la porto là dal carrozziere, con 250 euro te la sistema. ora mi ha scritto: guarda che è meglio se fai il lavoro in Italia. malediz.

  3. Beh consolati io non solo periodicamente “botto” la mia, ma sempre da sola: muretti, marciapiedi, ringhiere, alberelli sui marciapiedi… solo una volta ho combinato un capolavoro. Partendo da casa, con manovra “a memoria” di fianco all’auto sfavillante di mio marito (un cherokee all’epoca) ho rigato per benela sua!! Non solo!……. era appena uscita dal carrozziere….. Non solo!….. era già venduta ad un’altra persona ed era da consegnare proprio quel giorno (costo del tutto euro 500..). :)

  4. Cinque mesi fa, al nono mese di gravidanza, ho tamponato un suv (come una cretina), distrutto la mia auto, grafficchiato il sul paraurti. Il tizio incidentato è stato gentilissimo (voleva accompagnarmi in ospedale, pur essendo assolutamente illesa!). Credo si sia spaventato più del mio enorme pancione che dell’incidente!
    La notte stessa è nata mia figlia!
    (PS: cinque anni fa sono andata a sbattere contro un palo, rifacendomi la fiancata destra; ero perfettamente sobria e… incinta del mio primo figlio!!)

  5. dopo i terrible two della prima (ora 3 anni e mezzo), temo l’adolescenza come poche cose, perchè visto il suo caratterino (e il mio), sarà davvero un inferno (d’altro canto il suo nome significa donna libera, in nome omen e l’ho scelto pure apposta!!!)
    con la macchina mi capita, eccome, di solito in retromarcia quando esco dal parcheggio, e io sono convinta di aver pure guardato (forse non dovrei dirlo…). Una volta per poco non metto sotto uno e mi sono stesa atterra a chiedere scusa (lui mi voleva picchiare)!
    Senza contare che mio marito ogni tanto fa la conta dei “bozzi” e mi chiede spiegazioni mentre io faccio finta di niente: “impossibile, è stata parcheggiata tutto il giorno!”
    PS Certo che però la Bosnia è un po’ lontanuccia, conviene il carrozziere sotto casa!

  6. anch’io fingo indifferenza il più possibile. il punto è che la macchina sta in garage ed è un po’ difficile sostenere sempre che qualcuno, non io, l’ha bocciata.
    sulla Bosnia in realtà non era così difficile: mia sorella va e viene, avrebbe potuto in uno dei suoi viaggi portarsi là la macchina, ripararla e portarmela indietro al viaggio successivo. ora cerco di capire perché ha cambiato idea.
    @Cristina, ah come ti capisco…

  7. Come ti capisco!! anche a me è capitato di andare a sbattere contro una macchina… e pochi giorni prima avevo stondato la macchina della mamma sul palo del cancello di casa! Ups!! W i carrozzieri economici!!

  8. Mi capita, proprio ieri ho fatto un disastro sbattendo contro un spartitraffico di plastica che non ho visto. La macchina era ferma e appena iniziava a camminare, ma ho rovinato completamente la porta de la mia Citroën Xsara. Non sarà mica un problema de la Xsara?
    Chiesto preventivo oggi pomeriggio, 550 € per sistemare la porta e gli esiti di un incidente fatto ad aprile (la protagonista è la stessa, io). Credo che sia colpa della mancanza di sonno…

  9. IO da poco sono stata tamponata al contrario…cioè due deficienti(in due volte diverse) in fila davanti a me hanno messo la retromarcia per motivi a me sconosciuti (passaggio di un alieno, lasciar passare una mosca, antipatia nei miei confronti, voglia di farlo)…e mi hanno sbattuto il loro didietro nel muso della mia auto…Per fortuna nessun danno…però mi sono incavolata come una belva lo stesso!!! Se ci fosse stato danno mi sarei dovuta sobbarcare parte della colpa per la mancata distanza di sicurezza….Ma chi è che ad un semaforo sta lontano 10 metri dall’auto precedente??? Ci sarebbero file kilometriche anche con 20 auto!!!!
    Per quanto riguarda i pidocchi con il maschietto non corro rischi..la sua testolina, con i capelli cortissimi e la sfumatura alta, non è accogliente. La femminuccia, capelli lunghissimi) la controllo spesso…poi se capita è come il Natale che ” Quando arriva, arriva!”

  10. Oh ma io sono una campionessa olimpionica dei colpi alla macchina!per fortuna quasi sempre senza danni importanti e costosi, tranne l’anno scorso, quando per colpa della neve mi è slittata la gomma posteriore e sono andata a sbattere contro un’altra macchina. Mi sembrava una bottarella da nulla invece ci sono voluti 3000 €!!E ho avuto mal di fegato dal nervoso per mesi.
    Il mio compagno invece, che è come me, “è stato investito dal cancello di casa”..come dice lui, procurando una bellissima bozza sulle portiere!

  11. ho avuto un incontro lascivo con un guard rail con la macchina nuova di un mese. Questo per colpa dell’ipod che si ostinava a sputare canzoni inappropriate e sono dovuta intervenire.

  12. IO sono Campionessa Regionale di incidenti in scooter.Ne vanto ben 5! L’ultimo, memorabile, 3 mesi prima di rimanere incinta. Ero ubriachissima e mi sono fatta tutta una fila di motorini parcheggiati. A tutti ho lasciato un post-it giallo con su scritto: “Scusa,sono ubriaca. 339*******”

  13. aiuto,tasto dolente!con il mio maritozzo c’è ancora in atto una discussione su chi di noi abbia rovinato i cerchi di una macchina che avevamo circa 5 anni fa.l’anno scorso gli rigo la fiancata in un parcheggio disseminato di pilastri e potete immaginarvi la reazione: avete presente l’urlo dei nazgul del signore degli anelli?una ninna nanna al confronto…
    per quanto riguarda la figlia della tua collega, io nel periodo della maturità ho perso 10 kg, tanto per dire quanto rendo bene sotto pressione!
    anche io quando vedo il numero del nido prima di rispondere entro per una frazione di secondo in meditazione, faccio un bel respiro, e poi torno ad agitarmi come prima!

  14. A Milano è impossibile non prendere dentro qualcuno con l’auto o esserne vittima… I M P O S S I B I L E !

    Mia nonna, mia mama e ora io diciamo sempre “Figli piccoli problemi piccoli (nel tuo caso micro), figlio grandi problemi grandi)

    :)

  15. Io ho fatto saltare un par di volte lo specchietto retrovisore uscendo in retro dal garage (per fortuna è a ventosa ed entrambe le volte non si è rotto cadendo, quindi è stato prontamente riappiccicato occultando la prova del misfatto). L’oscar però va indiscutibilmente a mia madre, che è riuscita a: 1) grattare completamente la fiancata destra alla prima manovra di uscita dal garage con la macchina nuova (cosa mai verificatasi con la vetusta e pluribozzuta auto precedente, che te lo dico a fà…); 2) beccare in pieno in retromarcia, qualche giorno dopo, una simpatica fioriera in cemento perfidamente nascosta alla vista; 3) tamponare la macchina DEI VIGILI URBANI alla partenza dal semaforo.
    Inoltre, mentre la medesima sfigatissima macchina era parcheggiata: 4) gli è caduta SOPRA un’altra macchina, che era parcheggiata sul ciglio delle soprastanti mura cittadine (presa solo di striscio, per fortuna, ma centinaia di euro di danni comunque), e 5) due macchine hanno avuto un incidente all’interno di un parcheggio. Indovina contro quale delle macchine parcheggiate è carambolata una delle due??? (circa 6.000 euro di danni…)

    Mommybabu

  16. l’agopuntura è, al momento, l’unica terapia che sia riuscita a curarmi. Sempre grata sarò ai cinesi (è roba loro, dico bene?).
    Io non guido quindi l’unico incidente di cui posso vantarmi risale ai miei lontani 16 anni quando (persa nelle nuvole)ho aperto di colpo la portiera della macchina di mia mamma e l’ho vista volare per una decina di metri (la portiera non mia mamma)mentre il povero guidatore (giovanissimo) dell’altra macchina coinvolta mi ha gurdato incredulo e pietrificato dicendomi: ce l’ho da due giorni questa macchina. Mi sento ancora un po’ in colpa…

  17. Non sono una professionista del botto per strada. Però ho un rapporto molto intimo con il portellone e le pareti del garage, che – chissà poi perchè – si spostano sempre! Le vostre no?

    Una volta ho fatto retromarcia per uscire dal garage così di fretta e così veloce che ho “toppato” leggermente la traiettoria, centrando in pieno uno dei montanti del portellone. Ho sderenato il sedere della mia auto, ma soprattutto ho reso del tutto impossibile chiudere il garage. In cui noi teniamo DI OGNI!!
    Smadonnando sono risalita in casa, ho preso un martello, e -sempre continuando a snocciolare una litania non proprio da catechesi- sono tornata sotto e ho martellato finchè la lamiera non è tornata più o meno in posizione.

    Non ne vado fiera, ma secondo me fa curriculum!

  18. A proposito della canzoncina…
    “mi permetta un morsettino scusi non ce l’ho con lei…”. Chi ci ha messo lo zampino ha ragione (anche se il morsettino è sulla gamba di costei). La canzone é “La pulce” di Sergio Endrigo.
    Me la cantava la mamma da piccina, e ora io la mimo alla mia pucciotta, con gran divertimento di entrambe.

  19. Essere ferme in coda, ripartire pianissimo e starnutire proprio nel momento in cui l’auto davanti inchioda e quindi sbatterci contro vuol dire andare a sbattere come delle cretine? Se è così, sì, anche io vado a sbattere come una cretina!

  20. sì mi è capitato di sbattere come una cretina uscendo dal box ho inavvertitamente pigiato, insieme a quello di apertura cancello, il tasto del telecomando della basculante box. Ingranata la retro ho fatto 10 cm, ho fracassato il vetro dietro dell’auto, ho messo la prima e sono andata al lavoro in bici… nel frattempo continuavo a russare.

  21. Sto morendo, i commenti sono uno meglio dell’altro!
    Una volta nel traffico ho curvato senza accorgermi di uno stronzo che si era incuneato tra me e un’altra macchina, e mi ha rifatto la fiancata destra: era tale il caos che ho tirato dritto senza fermarmi… Qualche mese dopo, una col foglio rosa ha cambiato corsia al semaforo senza guardare e mi ha rifatto la fiancata sinistra. Coi soldi del risarcimento ho sistemato l’intera macchina :)

  22. sì concordo: commenti fantastici. e consolanti, perché a me pare sempre di essere l’unica a fare queste str…e, invece da quel che leggo non è proprio così

  23. Di nuovo i pidocchi…come fa una mamma a non accorgersi che suo figlio ha i pidocchi? Semplicemente perchè non lo guarda, lo manda a scuola ad infettare gli altri, tanto lei ha la tata che l’aiuta, mica come quelle altre povere sceme che i soldi per la tata non ce li hanno ed è da mo che li hanno tagliati i ricci!

  24. Bel post, solo suggerirei un po’ di attenzione in più nella guida…
    Magari quando ti giri a parlare col pupo potrebbe capitare che anziché lisciare un muro con la fiancata, qualcosa di vivo capiti nei paraggi, e sai com’è, potrebbe essere chiunque, anche io o mio figlio…

    Non voglio essere critico o provocatore, ma solo invitare tutti (anche me!) ad una maggiore attenzione.
    Ultimamente vedo troppe persone che guidano distrattamente a Milano, alcune che in incroci con semafori passano con il rosso appena scattato e il cellulare in mano per parlare o addirittura schiacciando tasti per fare non so cosa.

    Alcuni sono incidenti sventati perché il cielo non vuole, altri purtroppo finiscono peggio, quando per esempio ci sono di mezzo le due ruote, e nella mia zona i ciclisti atterrati (e qualche volta purtroppo anche deceduti) non si contano.
    Però, auguri per tutto!

    Ciao!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *