Mangiare i vermi fa male?

Post non adatto per palati sensibili, poi non dite che non vi avevo avvisato

Siamo tornati. Sono tornati. Prima noi, poi loro: io e Mike a Milano dal 16 agosto, a scomporre e ricomporre casa, comprare e spostare divani usati, appendere i quadri da mesi impilati nello sgabuzzino, dare i famigerati “ritocchi del bianco” che poi lo sappiamo tutti come vanno a finire queste cose (devi ridipingere mezza parete).

I Pupi invece sono qui da domenica. Come regalo di benvenuto abbiamo allestito per loro un acquario, un serissimo catafalco che porta 80 litri d’acqua. Dentro ci abbiamo messo due pesci-pilota: della serie, visto che siamo dei novellini, potrebbe succedere che qualcosa non funziona e il filtro diventa melma o la pompa fa cortocircuito o li nutriamo troppo ed esplodono come le povere anatre cibate a forza per ottenere il foie-gras. Così abbiam comprato due pesci rossi comuni e anche un po’ disgraziatelli: uno sembrava che l’avessero preso a schiaffi sulle scaglie per quant’era storto e screziato di strie rossastre, mentre l’altro, minuscolo, se ne stava timidissimo sempre in un angolo; li abbiamo pagati 1,50 euro cadauno e li abbiam battezzati Sofia e Mosè, che è poi lo stesso identico nome dei gatti di mia madre.

Così ora attorno alla nostra famiglia gravitano due coppie di Sofia e Mosè. E potrebbe pure essere che un giorno per sbaglio Sofia e Mosè mangino Sofia e Mosè, ma speriamo di no, perché nel frattempo i due pesciolini si sono ben ambientati, son vispi e vivaci, l’acqua è limpida, la dose di cibo giusta, e i bambini estasiati continuano a dire con le loro effe alla Jovanotti che in fondo è meravigliofo avere un acquario.

In effetti è facile perdersi dietro ai pesci. L’altra sera abbiamo pure messo le sedie davanti all’acquario e siamo rimasti lì a guardarli per un po’, come fossimo al cinema, chiedendoci soprattutto:

– Ma come diavolo dormono i pesci? In piedi come i cavalli? È una cosa che qualcuno di voi sa?

Poi ho anche un’altra domanda:

– Mangiare i vermi (della frutta, delle noci) fa male?

Due sere fa abbiamo avuto ospite una mia amica che ha sposato un americano e ha un figlio di tre anni e mezzo il quale a fine cena si è messo ad aprir noci con il Pupo. Poiché le noci risalivano allo scorso inverno si è scoperto che dentro c’erano quei piccoli vermini bianchi, che razzolavano tutti allegri tra il guscio e il gheriglio (questa parola mi piace molto ma è difficile trovare l’occasione giusta per usarla, ne approfitto).

(Amichetto): “Look! Un verme teeny-weeny“.

(Pupo): “Uaddàate! Un bemme tiniuini, che bello, adesso me lo mangio, gnam! Buono!”. E via! Si è mangiato almeno tre vermi in un secondo, e poi si è applaudito da solo.

P.S. Micol, non posso scrivere le parolacce sul mio blog. Ma tu, se vuoi, nei commenti sì.

34 commenti su “Mangiare i vermi fa male?

  1. secondo me il pupo è un buongustaio, e tra un po’ c’è il rischio che possiate trovarlo con la canna da pesca e i vermicelli come esca per farsi una fritturina di pesci rossi…
    io sto ancora aspettando il nano2, oggi mi han fatto lo scollamento delle membrane e vdremo come butta.
    mi sei mancata, sono felice siate a casa.

  2. @greta, in bocca al lupo! poi per piacere fammi sapere se lo scollamento delle membrane ha sortito qualche effetto che ho un’esperienza in merito.
    @briseida, in effetti…

  3. Paola!! mangiare i vermi fa male..ai vermi!
    so che esiste un filone di pensiero culinario entomofago: mangiano e fanno mangiare ai loro bambini larve, insetti e vermazzi..riflettendoci è questione mangia anche lei..

    x il resto: che dire di un figlio di 5 anni che dice al papà “sei un genitore di puttana”? e cosa deve dire la sorellina?

  4. per ora no, sono ancora qui!… ma meglio così, entro nella 39 domani e per una storia lunga (glicemia alta in gravidanza, crescita fetale lenta etc) si sono un po’ fissati che il nano possa stare meglio fuori che dentro. A quanto pare invece se la prende giustamente comoda!
    ti terrò aggiornata, comunque mi è venuto in mente un puzzolentissimo pregiato formaggio capitato in casa quando ero piccola pieno di vermi… e si mangiavano! il pupo è avanti.

  5. micol, io pure… ma non l’avevano programmato e se la ginecologa in ambulatorio te lo impone seduta stante, al volo… cosa potevo fare?! non potevo nica tirarle una centra e usare il lettino per le visite come talamo d’ammòre..!
    però ci sarebbe stato da ridere in effetti!
    più che altro, il nanetto ha ancora voglia di sguazzare nel sacco amniotico, e difatti è ancora lì, lasciamogli (e lasciatemi please!!) ancora questi dieci giorni!
    vi terrò aggiornate… intanto, cenetta romantica stasera (non a base di lombrichi), chissà che…

  6. @Greta: anche la mia gine ci aveva provato al numero tre, ma sono riuscita a bloccarla perchè me l’ha anticipato verbalmente..le ho detto: no, volgio che il travaglio giunga quando deve e soprattutto volgio che mi colga di sorpresa.
    ma non è stata x te una sorta di violenza? cmq i nani sanno benissimo quando nascere, il resto spesso penso siano paranoie dei medici

    @MP: bentornata!!

  7. secondo me il verme, almeno quello non fa male, schifo sì però. però a ben pensare potrebbe essere perfetto bilanciamento di proteine, grassi e fibra ” vuoi dimagrire mangia tre noci con il verme a pasto “.

  8. @barby so che alcuni dicono questo per timore di allergie e di asma, giusto? però sapevo fino ai due anni…
    @greta e micol, io pure ho avuto una brutta esperienza con lo scollamento: me l’ha fatto senza dirmelo, è stato fastidioso e inutile… poi il pupo è nato tre giorni dopo il termine.
    comunque nessuno mi ha risposto su come dormono i pesci! mentre tutti mi rassicurate sul fatto che mangiare i vermi non fa male.

  9. la domanda mi era sfuggita.
    i pesci dormono, ma il loro sonno può essere di due tipi diversi. Si ha il riposo vigile, che corrisponde a una specie di veglia dove il cervello viene fatto riposare ma i sensi sono attivi, e il sonno vero e proprio, inteso come sospensione delle attività.

    Essendo privi di palpebre, non è possibile capire a prima vista lo stato di un pesce soprattutto se, come succede ad alcuni squali o altre specie pelagiche, questi continuano a nuotare per permettere il passaggio di acqua nelle branchie e quindi la respirazione.

    In altre specie tuttavia il sonno è ben riconoscibile, come per alcune specie di pesci di barriera corallina, che di notte si avvolgono in uno spesso strato di muco (con la funzione di neutralizzare odori e sapori rendendoli invisibili ai predatori) da cui usciranno la mattina successiva; o come alcuni Cobitidi, che dormono appoggiati su di un fianco.

    Non bisogna poi associare il buio e la notte con il sonno, poiché esistono tantissime specie notturne, soprattutto predatori, che riposano di giorno e di notte si aggirano tra i fondali o gli scogli per nutrirsi di pesci addormentati.

  10. ciao, sono nuova! i vermi fanno schifo davvero (sono un palato delicato), ma non credo facciano male!
    i pesci rossi, invece, dormono rimanendo sospesi e immobili…purtroppo mi tocca combattere con l’acquario da 600 litri che mio marito ha costruito e allestito da sè e che – ahimè- ogni tanto perde, allagandomi una casa!

  11. oddio silvia, non so perché hai quell’icona, temo però che l’abbia scelta tu (magari inavvertitamente) assieme all’account di google, se qualcuno ha un’altra interpretazione si faccia avanti
    @velma, ma 600 litri sul serio?

  12. Il pupo farà il nutrizionista da grande: con pane e vermi hai tutto ciò che ti serve x crescere bene!! Però resta una nota malinconica che sane monotòna e inconfondibile dal tuo post e ti dico io due cose criptiche adesso: Pane e Panino. Morti di freddo!!!! 😀

  13. sono ancora qui… per fortuna però non è stata un’esperienza così pessima come diceva micol.
    sono contenta comunque non abbia funzionato(son passati più di due giorni).
    comunque il suocero, esperto di acquari, conferma il sonno dei pesci rossi con occhi aperti e nuotata spenta o quasi nulla.
    per il resto… quando nascerà il nano, tutte da me per una bella frittura di vermi tiniuini!!

  14. @laiza non ti azzardare! quei pesci non sono morti di freddo ma di un batterio orribile. se vuoi scendo nei dettagli in pvt.
    @greta, evviva! a questo punto possiamo sperare in un parto in diretta sul blog? in attesa dei vermi tiniuini!

  15. che spasso immaginare il visino del pupo che inghiottisce felice la sua scoperta!!! anche noi abbiamo scoperto i vermini. di recente, la settimana scorsa. un vermino, per la verità. bianco, lunghetto (una falange di mamma), beato sul muro. io e leo (6 anni) abbiamo subito architettato il piano di farlo accomodare fuori dalla finestra. il raffi e ludo (3 anni) gli hanno regalato una casetta in un bicchiere che conteneva x l’occasione una prugna mangiucchiata. non ha gradito. la prossima volta proviamo con una noce! il giorno dopo leo mi ha chiesto “ma tu mamma x sopravvivere mangeresti i vermi?” e ludo, prima della risposta: “ma poverini” ! ecco, deve essere l’età che regala l’empatia-al-vermino, ludo e pupo sono suppergiù coetanei mi pare!

  16. Oddio, anche mio figlio vuole l’acquario. E l’idea dei pesci pilota è venuta anche a me, così limitiamo al massimo le potenziali vittime. Stomacoso epilogo, lo faccio leggere a Superboy. Fra porcellini si intendono…
    Un abbraccio

  17. eccomi a casa! eh sì, ho un nano nuovo nuovo con me, è nato domenica mattina e se avessi avuto il pc in sala parto vi avrei scritto da lì (un po’ come se tu paola avessi avuto di fronte leboyer gli avresti fatto i complimenti…)… per la verità il parto è stato veloce e dolorosissimo come il primo e, come l’altro, bellissimo.
    il nanino aveva 2 giri di cordone intorno al collo con tanto di nodo, ecco perchè cresceva poco!! ma sta già recuperando, mangia come un torello, quasi quasi questo pomeriggio gli preparo una merenda a base di vermi tiniuini.
    un bacio, vado a fare la nanna anche io.

  18. Una volta mi è capitato di mangiare cioccolata alle nocciole e di accorgermi del curioso pattern che la tavoletta aveva inciso sul retro solo dopo averne ingurgitata un bel pò. Poi me lo guardo meglio e penso ‘ma toh, sembrano quasi i tunnel scavati dalle talpe, ma che ca…’

    Praticamente era un condominio. Sarà che pure io sono di Novembre, come il Pupo, quindi abbiamo gli anticorpi con i contro…eccetera!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *