And the winner is

Lo scrutinio è stato lungo, ma alla fine
Con l’aiuto di tre valorosi giurati altrimenti noti come: Anelluch, Papongi, FranciLeoLudo (grazie!), sono felice di annunciarvi che si posiziona al numero 1 l’aneddoto di Mamma Jane, aka Mamma di Benji:

In metropolitana…(ad alta voce, indicando col dito): «Mamma, quel signore lì è morto?» – «Ma no amore, cosa dici…» – «Sembra morto, mamma» – «Ma no amore, ti assicuro che è vivo» – «Ma tra un po’ muore, vero?» (toccatina del signore in questione).

Motivazione: «È irresistibile il commento del bambino; è irresistibile la scena completa che ne deriva; è coraggiosa la mamma che parla di questi argomenti in modo sereno e “normalizzandoli” proprio perchè fanno parte della vita». E ancora: «Apprezzo molto i bimbi che fanno domande per sapere come stanno le cose e ci costringono ad esercizi di sintesi e sincerità».

Questo aneddoto sarà premiato con un libro e l’abbonamento annuale a una rivista di mia scelta. Ahahahah, provate a indovinare quale! Mamma Jane ti prego di scrivermi in privato per comunicarmi i tuoi dati.

Al secondo posto, molto apprezzato, di Annalisa Rossetti:

«Ieri mio figlio di 3 anni costruiva vari oggetti col Didò, da regalare al padre. A un certo punto fa una cosa verde con delle punte. Chiedo: “cos’è?”. E lui: “Mamma, è la pianta con le spine!”. E poi, al padre: “Papà, ti ho fatto un cazzus!”

Motivazione: «Perché i neologismi e le rielaborazioni delle parole da parte dei bambini sono sempre fantastiche, specie quando si cimentano in modo disinvolto con parole poco usuali». E perché «il cazzus, nella sua semplicità, è geniale!».

Anche quest’aneddoto, fuori programma, sarà premiato con un libro. Annalisa scrivimi in privato!

Menzione d’onore per l’anonima autrice di questo commento:

«Ieri mio figlio (3 anni) si stava ravanando il pisellino sul divano, era seduto accanto al padre. D’un tratto mi fa: “Mamma, mi gratti il pisello? Ma perché è sempre su?», e io: «Chiedilo a papà…». Il padre: «…Perché non sei sposato, figliuolo».

Il quadretto familiare è degno di una sit-com (anche se in questo caso l’autore della battuta vincente, va detto, è il padre!).

E poi, complimenti alla Maestra Laura (che però ha il vantaggio di vedere tanti bambini diversi ogni giorno…) e alle autrici dei commenti “teologici” e delle varie rielaborazioni delle preghiere, tipo: «Ave Maria, piena di grazia, il Signore è CONTENTO, tu sei benedetta tra le NONNE» oppure (questa è di Anelluch) «Gesù muore, ma poi dopo tre giorni RISOLVE», e ancora «Prega per noi PREGATORI». E ve ne aggiungo una di Mike Delfino da piccolo: «Lauda (inteso come Niki Lauda, ndr) tossì, o mi’ Signore», al posto di «Laudato sii».

Comunque siete straordinari(e)! Avanti così! Quando arriviamo a 600 follower (o meglio 700?) ne facciamo un altro?


24 commenti su “And the winner is

  1. è stato bellissimo leggere tutti i commenti! grazie per l’onore di essere in giuria! iuppi!!!!!! evviva i tuoi concorsi!!!

  2. hai ragione…ero avvantaggiata!! pero’ sai quante risate mi faccio ogni giorno??? 😀 ! certo che quella del morto è favolosa!!! anche le preghiere sono davvero “paradisiache”!!!complimenti alle vincitrici!!

  3. Lauda tossì è troppo forte!!!

    é stato divertentissimo leggere tutto..anche quella del bambino che sputtana il papà che fa le puzze nel lettone è super..

  4. GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!sono elettrizzatissima,è la prima volta che vinco qcs ed è grazie a Davide e al “cactus”!!!

  5. In effetti la scena in metro mi ha tenuta sorridente per diverso tempo: meritatissimo primo premio!
    Il bello comunque è stato quello di avere la possibilità di leggerle tutte!

    Buona giornata
    Grazia

  6. wow sono contentissima!!! lo prenderò come un altro segno di “coccole” da parte dello zio freddy :-)
    E’ stato molto divertente leggere tutti i commenti. I bambini vivono davvero in un mondo alternativo al nostro ahahahah

    La mia email è janeodlum chiocciola yahoo.it

    Baci, mamma Jane

  7. ok, premetto che stanotte causa bronchite dei due nani non ho dormito zero, sono le 7 del mattino e, mentre -loro- si sono riaddormentati, scrivo. Questo è il mio stato di partenza… ma stanotte mi è venuta un’illuminazione a posteriori, un aneddoto di me bambina, a due anni e poco più, a sestri levante in albergo. Devo troppo raccontarlo.
    Torno dalla spiaggia in braccio a mio papà.
    Incrociamo il gestore dell’albergo di cui ero la cocchina:
    Gestore: “allora, gretolina, pucci pucci, gnè gnè, come stai? Vuoi venire in braccio?”
    Papà: “no, guardi, va cambiata…”
    Gestore: “vai cambiata?! ma bambolina, pucci pucci, cosa mi hai combinato?”
    Greta: “Ho cagato”.

    Come le battute e le risposte, anche per gli aneddoti il mio cevello viaggia in differita.

  8. mi rendo conto di essere fuori concorso però vorrei lo stesso raccontare il mio aneddoto. chiesa piena, battesimo del secondo, rito iniziale che vede me col piccolo alla porta, i padrini accanto, il papi appena dietro con la seconda in braccio (2a6m). tutti ci guardano. il parroco si avvicina con tutto lo staff al seguito..
    Lei con tanto di dito puntato
    MAMMA GUARDA DI CARNEVALE!!!
    sssss amore..
    MAMMMMMMA GUARDA DI CARNEVALE!!!
    SI SI AMORE
    se no non la finiva più!!!

  9. Avete effettivamente scelto le più belle, anche se mi sono divertita a leggerle tutte!! :)

    E parlando di preghiere mi é tornata in mente mia sorella che da piccola quando mia madre, il giorno prima di un delicato esame in ospedale le aveva chiesto “dì una preghierina per la mamma!” iniziò con “l’eterno riposo…”:)

    Ps lauda tossì é fantasticaaaaaaa :)

  10. Fuori concorso, come a Cannes.
    Mio figlio duenne, siamo soli in casa e non mi fido a lasciarlo solo, anche se, come in questo caso è molto impegnato in un gioco.
    “Amore, mi accompagni in bagno?”
    Lui, con un sospiro rassegnato, si alza e mi dà la mano. Arrivati alla porta: “Ecco mamma, questo è il bagno!”

  11. Ciaoooooo…ti scopro solo oggi. Non ti lascio più…Ho due pesti di 7 e 5 anni e ne avrei a bi e a zeffe da raccontare…peccato esser arrivata tardi…..Maaaa sui mariti niente concorso?
    Ciaus
    ps Vieni a trovarmi nel mio blog…intanto io mi aggancio alla miriade di seguaci di questa setta malefica!!! bacio

  12. e infatti la proposta di raccogliere aneddoti sui mariti non mi pare niente male!
    Tra l’altro mi ha scritto la lettrice Cristina un piccolo cameo su sua figlia, 7 anni: «Mamma, prendiamo la pizza AD OMICIDIO?»

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *