10 cose che mi danno gioia

Sono (tanto per cambiare) giorni difficili, e
Ieri stavo andando a Roma a intervistare Noa. Più o meno a Firenze, mi squilla il telefono.
“Buongiorno, è l’asilo”.
“Oh, no”.
“Eh, sì”.
“Ancora?”
“Due volte. Liquida”.
“Ora cerco qualcuno che la venga a prendere”.
“Grazie, signora, arrivederci”.

Da un mese a questa parte la Pupa, dopo un attacco acuto di virus gomitillo, non è più la stessa. Tra nausea e mal di pancia, continua a stare male. Abbiamo provato a tenerla a dieta, a sospenderle il latte, l’abbiamo imbottita di fermenti&probiotici. Ieri è tornata all’asilo dopo due settimane di assenza e l’hanno rispedita a casa poco dopo. Oggi ci abbiamo riprovato ma Mike Delfino è arrivato in ritardo di 5 minuti e la classe della Pupa non c’era.
(Bidella sadica) “I bambini oggi sono in gita, sono partiti presto”.
(Mike Delfino) “Gita? Quale gita?”
(Bidella) “Eheheh, se voi non state attenti non è colpa nostra”.
(Mike) “Ma no, è che la bambina stava male, le notti in bianco, noi non sapevamo, non abbiamo letto…”
(…)

Quando Mike mi ha chiamato per raccontarmi il nostro clamoroso fallimento mi è venuta la nausea. Domani per fortuna abbiamo appuntamento dalla pediatra privata (vedere quello della mutua è complicatissimo, ma ci tornerò sopra), che spero ci dia qualche consiglio valido anche per il mio stomaco.
Ciò detto, raccolgo volentieri l’invito di altre mamme blogger che oggi, 8 marzo, hanno deciso per la festa della donna di pubblicare in contemporanea un elenco delle “10 cose che vale la pena di vivere”. Però attenzione: non voglio fare la lista delle prime 10 in assoluto. Diciamo: 10 tra le cose per cui vale la pena di vivere. E non in ordine.
1. Un certo dentifricio “con il classico gusto salino” (avete presente?)
2. I popcorn fatti in casa, con molto sale.
3. Bree, una delle protagoniste di Casalinghe Disperate, per me vera fonte di ispirazione.
4. I Pupi quando per la stanchezza diventano molli e si abbandonano, lasciandosi finalmente stropicciare e baciare.
5. L’oroscopo di Brezsny su l’Internazionale.
6. Le rondini che nidificano sotto il davanzale della cucina nella mia casa in collina.
7. Il camino acceso e le toffolette (o marshmallows) arrostite.
8. Le acciughe, specie a Barcellona o Monterosso.
9. Avere la pelle che sa di sale dopo un lungo bagno al mare.
10. Un concerto dei Mumford&Sons.

Bene, che dirvi? Aspetto ansiosamente i vostri elenchi.

37 commenti su “10 cose che mi danno gioia

  1. Che bello il tuo elenco.
    Profondamente Unconventional, come te… 😀
    Per la piccola mi spiace un sacco. Ma pensi possa magari essere collegato a qualche intolleranza?
    Magari faalle fare un prelievo e ti levi il pensiero…
    Un abbraccio

  2. faremo tutte le analisi del caso. un test casalingo in commercio, con una buona affidabilità, ha intanto escluso la celiachia. è anche già stata 1 volta dal pediatra… comunque approfondiamo! grazie xx

  3. Papongi said:

    1. Il gelato al pistacchio (bronte) della gelateria della musica.
    2. Le foto scattate da mia figlia.
    3. Un quadro di G. Richter.
    4. La pasta con le acciughe e pan grattato.
    5. Il mare.
    6. Il calcetto con gli amici.
    7. L’odore di casa appena sceso dalla scaletta dell’aereo (e non parlo di milano…).
    8. I riti domestici (vd. papus papongi, abbraccio di famiglia, la prova del pigiama magico).
    9. La coccoina.
    10. Le donne da 0 a 99 (auguri nonna!).

  4. 1. L’oroscopo di internazionale (condivido)
    2. Riguardare le foto dei primi giorni di mia figlia
    3. Una giornata di sole sulla spiaggia a Barceloneta
    4. Cantare la rettore in macchina
    5. Arrivare a Stromboli con la nave all’alba
    6. Girare la curva, vedere il Vesuvio e capire di essere a casa
    7. Lo spaghetto col pomodorino fresco dopo il mare
    8. Una telefonata inaspettata
    9. Una cena con le amiche
    10. Le sorprese che la funzione random dell’iphone regala.

  5. 1. Una bella comedia romantica
    2. Un bel libro
    3. Le risate che si fa mia figlia quando è contenta
    4. Viaggiare con mio marito e mia figlia
    5. Un giorno di sole
    6. Il mio balcone tutto fiorito
    7. Andare a ballare con le mie amiche (non lo faccio da anni)
    8. Un bel sogno
    9. Un lungo bagno rilassante e profumato
    10. Una cena romantica

    Io abito vicino a Barcellona, se vieni mangiamo acciughe insieme, anche a me piacciono tantissimo!

    Spero che la Pupa guarisca presto :)

  6. Elenab
    Agli elenchi non resisto:
    1. Essere mamma,con tutti gli annessi e connessi
    2. Il tramonto dalla scogliera di Santorini
    3. Cantare Albachiara in coro con altre 80.000 persone a San Siro
    4. La pasta pomodoro e basilico
    5. I gatti
    6. L’odore e l’emozione di aprire un libro nuovo
    7. Il rumore del mare e il sale sulla pelle
    8. Trovare un quadrifoglio
    9. I jeans di 10 anni fa che ti stanno a pennello
    10. L’iPhone

    In bocca al lupo per la Pupa,vedrai che è solo questo inverno pieno di virus

  7. 1.pizza e birra!!
    2. i figli e tutto l’ambaradan
    3.guardare il marito e sentire lo stesso batticuore di tanti anni fa e considerare che gli anni gli hanno aggiunto fascino
    4.i lamponi, le fragole e le ciliegie
    5. le chiacchiere con mia nonna di 90 anni
    6. incontrare in giro gli ex allievi ed essere io ad avere soggezione
    7. vedere come andrà a finire!!
    8. saltare nelle pozzanghere con gli stivali di gomma
    9. cantare saltando dalla canzoncina del nido alla canzonaccia da osteria senza dimenticare “camminerò”
    10. il sirietto! (vedi punto 3)(sirietto è coperto da copyright MP o basta che ti offra una colazione?)

  8. uhm:
    1-la cioccolata. Tutto ció che a base di cacao.
    2-gli abbracci del mio nano e i suoi bacetti bagnaticci
    3-innamorarsi sentendo le vibrazioni dell’ormone direttamente nell’utero
    4-la pizza ai frutti di mare
    5-nuotare nell’acqua calda e salata del Mar mediterraneo d’estate, come se fosse il brodo primordiale
    6-una notte dormita dieci ore di seguito
    7-leggere noncyclopedia, in diverse lingue
    8-viaggiare
    9-vedere le aurore boreali
    10-cantare a squarciagola con la musica a palla.

  9. eccomi (ci ho scritto un post anche io!) grazie per l’input.
    questo è il mio elenco, ma condivido il fatto che le cose sono molte di più!!!!
    1 il mare, che sia mediterraneo o oceano poco importa
    2 Franz e Pao quando leggono insieme un libro seduti per terra
    3 viaggiare, sempre comunque e ovunque
    4 gli Etruschi, il Lazio, l’archeologia tutta
    5 Pao e Franz quando dicono ‘mamma superbella’ oppure ‘sei brava mamma!’
    6 mandare i bambini a dormire presto per vedere in santa pace NCIS (io e il papàprof siamo fatti così!)
    7 andare tutti e quattro insieme da qualche parte
    8 gli amici
    9 l’amatriciana e la pasta con le melanzane
    10 ballare danza afro (questa l’ultima scoperta di quest’anno!!!)

  10. I miei dieci si condensano in:
    ricevere una telefonata inaspettata che ti annuncia che il tuo bimbo ha avuto posto alla materna statale per l’anno prossimo!!!!!!!!!!!!

  11. 1)Essere moglie.
    2)Guardare gli “uomini” della mia vita( papà e figli) mentre fanno giochi da maschi.
    3)Il profumo della pioggia sulla terra asciutta.
    4)Realizzare qualcosa con le proprie mani (un dolce, una copertina ecc.)
    5)Aiutare qualcuno che sta male a star meglio.
    6)Le patatine fritte,quelle comprate sottili sottili.
    7)Arrivare al mare dopo alcune ore di trekking.
    8)I racconti di vita degli ultra 80enni.
    9)Fare giardinaggio.
    10)Il Natale.
    Un bacio alla bimba.
    Mamma ooh oo

  12. Ti capisco… Anche per noi è un periodo impegnativo. Nanni è a casa dall’asilo per la 4° settimana di seguito e tornerà il 21 marzo, la pediatra ci ha detto che il suo corpo, ammalandosi così spesso ci sta dando un chiaro segnale: non ce la fa più. Ma a parte ciò sai qual è la cosa + irritante del tuo racconto?? La bidella!! E’ successo anche a noi, sciopero di tutto il giorno, un lunedì che era il giorno di rientro di Nanni all’asilo post malattia durata un’intera settimana (non è che mentre lui a casa io mi faccio i giretti all’asilo alla ricerca di avvisi).
    Vedo che nelle liste trionfa il mare in tutte le sue sfumature e allora anch’io ci metto tanto mare (quello delle Grecia, prima dell’arrivo dei figli e quello di Levanto, con i bimbi):
    1. Andare a Telendos da Kalymnos con la barchetta e al ritorno fermarsi al negozio di spugne
    2. Sfogliare la Lonly Planet, scegliere il ristorantino dove cenare e poi dire che la Lonly non ci delude mai
    3. Passare ore al negozio di perline di Allison a Levanto e immaginare le collane che creerò quella sera
    4. Fare colazione al bar dei Bagni Sirena a Levanto con tutta la famiglia
    5. Cucinare le verdure acquistate da Vittorio&Elvira a Levanto mentre i bambini giocano nel cortile e poi apparecchiare in cortile
    6. Fare i lavoretti con Nanni e sentirlo dire: “io e mamma siamo gli artisti di casa”
    7. Guardare Cecilia che dorme abbracciata all’orso con la sciarpa e alla balena
    8. I pic-nic a San Martino (Val Masino) sia nel ruolo di figlia/nipote (anni ’70) sia in quello di mamma (ora)
    9. Scegliere un regalo e pensare a quanto renderà felice il destinatario
    10. Fare i pacchetti di Natale

    PS Una mia amica medico mi aveva parlato di non so più quale virus o batterio che scatena manifestazioni così intermittenti… magari qualcuno ne sa di più. Per il tuo mal di stomaco, invece, io dopo cicli di Ranitidina mi sono convertita, sebbene profondamente scettica, ai fiori di Bach e hanno funzionato!

  13. PS 3
    12. Usare spesso la Lonely Planet, è da talmente tanto tempo che non la prendo in mano che sbaglio pure a scrivere come si chiama…

    E adesso inauguro una rubrica di liste nel mio blog: vi aspetto!

  14. Paola, sembra incredibile ma ho scoperto che la mia gastrite fulminante con mal di stomaco da piangere (1 settimana) era un virus. Passato come venuto. Non è che anche tu hai quello?
    In bocca al lupo per la pupa cagona…
    E ora le mie dieci cose… a mo’ di espiazione per il pacco di ieri (e anche se hai una sorella minore… ubi maior…)
    Anche io non le più importanti se no diventa troppo difficile e scontato:
    1) I fonzies (con moderazione)
    2) Il cioccolato di modica al peperoncino
    3) Il cioccolato di modica alla cannella
    4) andare a giocare di ruolo tirando spadate di gomma per due giorni tornando tredicenne
    5) Lo psicodramma
    6) Il “pinopanotte” (“Sciroppino della buonanotte”, sciroppo ayurvedico BUONISSIMO di cui io, mio marito e i nani siamo dipendenti gravemente)
    7) Il signore degli anelli
    8) Scrivere cose che senti
    9) La consistenza della barbetta rossa di mio marito
    10) La ricerca della mia felicità

  15. Che bella quest’idea dell’elenco! Certo anche io concordo sul fatto che son più di 10, ma cercherò di condensare!!!

    1)Viaggiare tutti insieme non importa la destinazione e nemmeno se solo per un paio di giorni
    2)Le risate dei miei cuccioli
    3)Essere coccolata dagli uomini della mia vita (marito e piccoli)
    4)una mattinata di relax alle terme con le amiche
    5)andare a teatro
    6)un regalo inaspettato
    7)cantare a squarciagola a un concerto, sotto la doccia, in macchina…
    8)riunirsi con tutta tutta la famiglia con tante generazioni a confronto
    9)l’ultima vacanza a Lampedusa prima dell’arrivo dei cuccioli e la voglia di tornarci anche con loro
    10)salumi, formaggi e un buon vino con il mio uomo e i nostri più cari amici

    Ecco lì random e i primi 10 che mi sono venuti in mente!
    In bocca al lupo per la piccola
    Cory

  16. facci sapere come va con la pediatra…però sappi che io, quando abitavo a milano, ne avevo uno davvero in gamba che ha fatto anche tanto pronto soccorso pediatrico, ecc

    se ti serve, ti posso dare il numero via email…
    un bacio, paola

  17. 1) I miei bimbi che dormono nei loro lettini
    2) I gatti
    3) La luce della luna su mare
    4) Le giornate di vento
    5) Il canto degli uccelli tre le ultime gocce di pioggia
    6) Quell’anziano signore con il pizzetto che leggeva uno spartito in autobus
    7) I buchini nei gomiti dei bambini
    8) Cucinare per gli amici
    9) L’odore dei libri appena tolti dal cellophane
    10) Tutto ciò che è musicale

    PS
    11) Mio marito (altrimenti chi lo sente?)
    12) Anche trovare un lavoro stabile non mi farebbe schifo!

  18. piccolo aggiornamento mentre vi ringrazio per i vostri elenchi che mi piacciono tanto tanto tanto:
    la pupa pare proprio stia meglio dopo un trattamento dall’osteopata che le ha palpugnato a lungo stomaco e intestino. la pediatra che ho ed è bravissima l’ha vista ieri sera e conferma. no malassorbimento no arresto crescita: da ottobre a oggi è cresciuta in altezza 4 centimetri (!).
    ci ha spiegato che a seguito di un episodio acuto gastroenterico (come quello che ha avuto la pupa) nel bambino si può creare un disequilibrio che porta a gòmito e caghetto potratti anche per un mese/un mese e mezzo. ATTENZIONE: la dieta in bianco e togliere il latte non solo non serve, ma (passata la fase acuta, quindi i primissimi giorni) ottiene il risultato opposto, perché troppo ricca di carboidrati e povera di grassi! tenetelo saputo…

  19. ci sono pure ioooooooooo….che belli i vs elenchi…vediamo cosa posso tirare fuori io:
    1- il Dibab che dorme sul divano come un angelo
    2- gli occhi del mio cane (sempre innamorati anche dopo che l’ho sgridato)
    3- camminare nel sole di primavera chiudendo gli occhi e sentendo il calduccio che arriva…
    4- mio marito che mi abbraccia nel letto quando arriva dal lavoro la notte fonda
    5- la manina di mio figlio
    6- leggere, leggere, leggere…di tutto!
    7- i racconti di mia nonna sulla seconda guerra mondiale (prima o poi vorrei scrivere un libro con le sue memorie…)
    8- l’idea di voler fare un altro figlio per sprizzare ancora più gioia
    9- Halleluja di Jeff Buckley
    10- le coccole della mia mamma e l’amore per il mio papà!
    mamma mia, 10 son poche…però è bello vedere che non sono i soldi o il successo a farci vivere ma le piccole cose, quelle che se ci pensi sono milioni ma che spesso sfuggono!

    Paola, sono contenta per la pupa, vedrai che passa presto (almeno sfrutti il nido!!!)

  20. azz ricordo anche io quel periodo in cui il mio Unno stava sempre male. Non facevo in tempo a portalo a scuola che squillava il telefonino!!

    La mia lista è:
    1. il silenzio che si crea la sera, dopo che l’unno è a nanna
    2. guardarsi tutte di seguito le puntate del mio telefilm preferito (mysky è una vera figata)
    3. passare l’intero pomeriggio su Farmerama
    4. la pasta con gli asparagi, quelli veri che si trovano di questi tempi
    5. ciarlare, chiacchierare e fare cappotti
    6. chiedere alle amiche se hanno sentito qualche cappotto su di me
    7. cenare nei ristoranti fighetti con mio marito, facendo finta di essere ancora fidanzatini
    8. il mio computer e guai a chi me lo tocca
    9. fare le moppine con le lenzuola (storia troppo lunga da raccontare)
    10. guardare le persone per strada ed immaginarmi che vita hanno

  21. Ciao Paola,
    anche Magù s’è beccato il gastrocoso, ma solo per 10 gg.
    Bhè, 10 giorni, letteralmente, un po’ merdosi, ma poi passa.

    La mia lista è qui (un vecchio post):

    http://susibita.blogspot.com/2010/10/le-10-cose.html

    Tra l’altro in quell’occasione ti avevo anche dato un premio (eccapirai…) ma non so neppure se te lo avessi comunicato.
    Bhè: meglio taldi che mai, dice antico plovelbio cinese =).

    Susibita

  22. – i miei figli che mi tendono le braccia
    – la nutella mangiata con il cucchiaino
    – il profumo del calicantus a gennaio
    – guardare-sentire-respirare le onde del mare
    – perdersi in una libreria senza fretta
    – la pizza a Napoli
    – un bagno caldo
    – la nascita di un amore
    – un momento solo per me
    – una battaglia che vale la pena di combattere
    – essere seduti sulla prua di una barca a vela che va e cantare a squarciagola

    …grazie a tutte per i bellissimi elenchi !

    Samantha

  23. La mia lista….che bella occasione per estraniarsi 15 min. e pensare a delle cose belle.
    1. Fonzies, birra Raffo e il mare di Taranto.
    2. Ricordare e rivivere la felicità del giorno della mia laurea.
    3. Pescare i ricci, aprirli e mangiarli sugli scogli.
    4. Il mio niño che ride a crepapelle.
    5. Il dolore nella mano destra quando vedo un film d’amore o ascolto racconti romantici.
    6. I jeans.
    7. Un sacrosanto orgasmo…se da innamorata tanto meglio.
    8. Cantare come una pazza in macchina
    9. Andare con il mio uomo nel pub e chiacchierare come due amiconi tra pinte di birra e tipico odorino di moquette bagnata di birra.
    10. Sentire il niño che dice babà e vedere il mio uomo gongolare per la felicità.

    valentina- didò

  24. li butto giù di getto e quindi non in ordine:

    1. la mia bimba al mattino quando si fa baciare rumorosamente fra le guance e il collo, e ride col silenziatore a bocca spalancata
    2. le selve di castagni a settembre, quando ci sono funghi e salamandre
    3. il crik-crak della neve sotto i piedi, così raro per noi cittadini
    4. le dormite fino a tardi
    5. i colori del tramonto riflessi sul “fiore” della cupola di Firenze
    6. fare l’albero di Natale (quello vero, però)
    7. le acciughe! le acciughe!
    8. ricomprasi lo stesso orologio al quarzo anni ’80 di quando avevi 15 anni
    9. comprare una marea di libri
    10. gonfiarmi di almeno 30kg ai complimenti sulla mia cucina

    CRISTINA

  25. 1-i panzerotti fritti
    2- la spiaggia incontaminata del sud
    3-quando le mie bimbe mi corrono incontro dopo una giornata di lavoro
    4-il caffè doppio con plumecake a colazione
    5-cantare in macchina con la bimba grande l’ultima dei Modà
    6-addormentarmi sul divano con le bambine
    7-le ultime pagine del libro sul mio comodino
    8-la birra fredda con le patatine insieme a lui
    9-la piega ai capelli che non sempre riesco a fare
    10-gli sms che non ti aspetti e che fanno ridere
    Ciao,mi spiace per il pancino della tua bimba,alle volte sono anche un pò stanchi,come noi del resto.

  26. @mammukkattiva, sono d’accordo sul tuo commento sui soldi, però all’undicesimo posto avrei messo: provare a vincere al gratta e vinci. Ah ah ah.
    mamma ooh oo

  27. 14. Il pranzo al McDonalds, mimetizzata tra i teen agers, come oggi (quello di p.za Oberdan, se lavorate in zona), per sentirsi un po’ meno giù…

  28. che bell’elenco, concordo sui popcorn e sulla pelle che sa di sale.

    Ma il primo pensiero che mi è venuto è se alle bidelle di asilo qualcuno faccia un corso di risata sadica da propinare ai genitori colpevoli. Anche quelle del mio asilo fanno risate sadiche fantastiche, che neanche avessero studiato anni all’actors’ studio.

  29. TI PIACCIONO I MUMFORD&SONS??? Io li ho scoperti qui a Londra grazie a Last.fm, un sito che funziona come una radio e che usiamo sempre al lavoro. Adesso voglio tutti i loro dischi. Loro e i Temper Trap.

    Se non ti da la carica questa canzone qui…(si prega di: A-Abbassare il volume se si e’ al lavoro; B-Alzare il volume se si e’ a casa)
    http://www.youtube.com/watch?v=cKR20ld9ijA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *